SPORTELLO ANTI USURA

SPORTELLO ANTI USURA

Al fine di contrastare l’ampio fenomeno usurario diffuso in tutta la provincia di Caserta, la ConfCommercio Imprese per l’Italia – Benevento ha attivato una rete di Sportelli Antiusura e per la legalità.

Gli Sportelli Antiusura sono fortemente impegnati in iniziative di promozione e sensibilizzazione ed offrono ai cittadini che versano in particolari condizioni di disagio e che sono a rischio usura o che siano già vittime di questo fenomeno, assistenza legale,aziendalistica/bancaria e psicologica.
L’intervento dello sportello si caratterizza per un approccio di tipo sistemico, che tiene conto di tutti gli aspetti del problema, economici, legali, psicologici e richiede la piena collaborazione della persona nell’analisi e nella possibile risoluzione del caso, grazie all’interazione che avverrà con figure professionali specifiche.
Infatti, previo appuntamento con gli operatori di sportello territorialmente competente, saranno a disposizione dell’utenza dei professionisti tra cui avvocati, psicologi e commercialisti i quali interagiranno per mettere in atto strategie antiusura sia in termini di contrasto che di prevenzione. La ragione etica di fondo dello Sportello è quella di far prevalere, nell’ambito di una strategia di solidarietà, l’elemento della consulenza, dell’assistenza, del consiglio, rispetto all’offerta di denaro in prestito.

 

CHE COS’E’ L’USURA?

L’usura è un reato che commette chi concede prestiti ad un tasso d’interesse superiore al cosiddetto “tasso soglia”, che si calcola aumentando del 50% il tasso effettivo globale medio relativo ai vari tipi di operazione creditizie, rilevato ogni tre mesi dal Ministero del Tesoro e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.
Le dimensioni del fenomeno sono difficili da definire perché, a fronte di pochi che denunciano la propria situazione, la maggioranza cerca ancora di affrontarla senza chiedere aiuto, anche se lo Stato ha provveduto a varare nuove ed efficaci leggi a sostegno sia di chi è in difficoltà economiche, sia di chi è soggetto ad usura.

CHI E’ L’USURAIO?

La figura classica dell’usuraio è quella del “cravattaro” di quartiere, che opera in ambito ristretto ed offre prestiti, impiegando proprie risorse, a famiglie, artigiani, commercianti in momentanea difficoltà economica. Ci sono inoltre organizzazioni che, attraverso finanziarie, commercialisti, professionisti, ecc., offrono finanziamenti ad altissimo interesse sia ai singoli sia a piccole e piccolissime imprese.
Infine, c’è l’usura della criminalità organizzata, che utilizza questo strumento per riciclare denaro sporco ed estendere il proprio controllo sul tessuto economico e produttivo.
Di fronte all’aggravarsi della pericolosità del fenomeno, il parlamento ha approvato la legge 108/1996, che definisce meglio il reato di usura e inasprisce le pene per chi lo commette, prevedendo anche il sequestro e la confisca dei beni dell’usuraio.

CHI E’ L’USURATO?

E’ una vittima.
Chi finisce nelle mani di un usuraio commette sempre un errore, poiché non ha saputo affrontare nella giusta maniera la propria situazione di difficoltà economica.
Tuttavia, l’usurato è comunque una vittima, che va aiutata affinché trovi la forza di denunciare l’usuraio e diventare, così, l’artefice della propria liberazione.

QUALI SONO I SOGGETTI CHE POSSONO CONCEDERE PRESTITI?

Le banche, italiane o straniere, iscritte in apposito albo presso la Banca d’Italia, che si può consultare in ogni filiale della stessa Banca d’Italia.
Le Banche comunitarie, autorizzate nel Paese d’origine, e le banche extra-comunitarie, specificamente autorizzate dalla Banca d’Italia anche se non hanno succursali in Italia.
Le società finanziarie iscritte nell’elenco generale degli intermediari operanti nel settore finanziario, curato dall’Ufficio Italiano Cambi.
Chiunque svolga attività finanziaria non autorizzata, prestando denaro al pubblico, commette reato di abusivismo finanziario o bancario punibile con la reclusione e con pene pecuniarie.

CHE COSA DEVO FARE?

Uscire da questa situazione denunciando l’usuraio.
Una volta sporta la denuncia, lo Stato, attraverso il Fondo di solidarietà per le vittime dell’usura, offre all’operatore economico la possibilità di un aiuto per reinserirsi nel circuito dell’economia legale. Le Leggi 108/1996 e 44/1999 prevedono che: SE SEI un imprenditore, un commerciante, un artigiano o eserciti una libera arte o professione, SE HAI pagato interessi usurai edHAI DENUNCIATO, PUOI ottenere dal fondo di solidarietà, con una domanda alla Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo, un mutuo decennale SENZA INTERESSI fino all’importo di € 1.549.370,00 da reinvestire nella tua attività economica.

I nostri uffici sono aperti:

Giorni Mattina Pomeriggio
Mar – Gio 09:00 – 13:00
Lun e Ven 09:00 – 13:30 15:30 – 18:00

Per comunicazioni urgenti contatti:

 0824351727

  confcommerciobenevento@legalmail.it